Ci trovi anche qui:

Integrazione commerciale per i negozi al dettaglio, i produttori ed i distributori

I servizi di bindCommerce sono rivolti a tutte le aziende che hanno necessità di vendere prodotti attraverso più canali: ci riferiamo sia alle aziende che effettuano la rivendita al dettaglio, che ai produttori e distributori.

Per questi ultimi bindCommerce permette di automatizzare il dialogo commerciale con la propria rete vendita (tradizionale ed online), ed anche con i consumatori finali. Vediamo meglio queste integrazioni.

Il gestionale aziendale

icon-gestionaleIl primo nodo da considerare nell'attività di integrazione commerciale per un'azienda produttiva / di distribuzione è il gestionale aziendale. bindCommerce è potenzialmente in grado di dialogare con qualsiasi piattaforma gestionale aperta (che abbia la possibilità di effettuare attività di import / export dei dati). Il dialogo con il gestionale aziendale può essere impostato in due direzioni:

  • il gestionale rende disponibili alla rete commerciale i prodotti
  • il gestionale acquisisce gli ordini dalla rete commerciale

Dopo che bindCommerce avrà acquisito i prodotti, sarà in grado di "distribuirli" attraverso regole prestabilite alla rete commerciale, e da ogni nodo di tale rete, acquisire gli ordini da importare poi sul gestionale.

Le piattaforme gestionali con le quali bindCommerce già dialoga sono le seguenti: Danea Easyfatt, e/Ready e e/Impresa della ESA Software, Zucchetti AdHoc Revolution, DeltaSoft e WinWork.

Siti eCommerce aziendali o di aziende partner

icon-eccomerceI prodotti potranno essere pubblicati su uno o più siti eCommerce, oppure anche semplici cataloghi online. In bindCommerce sarà possibile decidere quali prodotti pubblicare in quali siti.

L'azienda potrebbe gestire in proprio più siti, con regole di pubblicazione anche molto articolate (per esempio pubblicare sul sito A i prodotti di alcune categorie merceologiche, sul sito B gli stock in esaurimento, e sul sito C solo i prodotti riservati ad un dato gruppo di rivenditori, con un differente listino).

Allo stesso modo, l'azienda produttrice / distributrice, potrebbe pubblicare (e mantenere aggiornati) i propri prodotti sui siti di aziende partner (es. rivenditori).

Lo sviluppo delle integrazioni offerte da bindCommerce è concentrato sulle piattaforme eCommerce più diffuse, ed in particolare quelle open source. Sono oggi disponibili interfacce verso Joomla / VirtueMart (versioni 1, 2 e 3) e PrestaShop (versioni 1.5.x e 1.6.x). In futuro verranno sicuramente rilasciate integrazioni per Wordpress / Woocommerce, Magento,OsCommerce, ZenCart e OpenCart.

Marketplace: eBay, Amazon, Spartoo ed altri futuri

I marketplace rappresentano opportunità di mercato che non è possibile ignorare, dato l'alto numero di contatti (e quindi di potenziali vendite) che questi sono in grado di generare.

eBay – non solo un mercatino ove vendere prodotti usati

marchio-ebayChi non conosce eBay spesso sbaglia ad associarlo ad un mercatino ove vendere all'asta prodotti usati (mentre oggi il 75% degli acquisti è a prezzo fisso). Da quando è nato (nel 1995) ha iniziato a muovere numeri sempre più impressionanti, ed ecco alcune statistiche aggiornate:

  • Il 75% degli acquisti è a prezzo fisso (non asta)
  • 145 milioni di acquirenti attivi a livello globale
  • Oltre 650 milioni di inserzioni
  • 20,5 miliardi di dollari è il valore totale dei beni venduti su eBay nel Q1 2014, con una crescita del 12% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno
  • Il 60% del fatturato eBay Marketplaces arriva da Paesi fuori US
  • Su eBay a livello mondiale sono presenti 25 milioni di venditori professionali
  • Guardando il mercato italiano (eBay.it):
  • Online dal 15 gennaio 2001
  • Oltre 4 milioni di acquirenti attivi (fonte interna)
  • Oltre 7.000 categorie
  • Attualmente, le categorie in cui vengono effettuati il maggior numero di acquisti sono: Tecnologia; Casa, Arredamento & Bricolage; Abbigliamento e Accessori

Nel 2013 su eBay.it sono stati venduti 60 oggetti ogni minuto. La media delle vendite è stata di:

  • 1 articolo di elettronica di consumo ogni 2 secondi
  • 1 articolo di arredamento e bricolage ogni 5 secondi
  • 1 articolo di abbigliamento ogni 8 secondi
  • 1 computer o componenti ogni 10 secondi
  • 1 prodotto di bellezza e salute ogni 15 secondi
  • 1 articolo di ricambi per auto ogni 30 secondi
  • 1 libri ogni 30 secondi
  • 1 videogioco o console ogni 30 secondi
  • 1 elettrodomestico ogni 45 secondi
  • 1 paio di scarpe ogni 60 secondi
  • 1 cellulare/smartphone ogni 60 secondi
  • 1 film/dvd ogni 60 secondi
  • 1 orologio da polso ogni 80 secondi
  • 1 articolo d'infanzia o premaman ogni 120 secondi
  • 1 faro o una freccia per auto ogni 120 secondi
  • 1 lettore mp3 ogni 300 secondi (5 minuti)
  • 1 iPad/tablet ogni 420 secondi (7 minuti)

I costi da considerare per vendere professionalmente su eBay sono i seguenti: un canone mensile di € 33,91 + IVA ed una commissione sulle vendite che è mediamente pari al 8,7%, ai quali occorre aggiungere la commissione PayPal sul totale transazione, comprese le spese di spedizione, che parte dal 3,4% + € 0,35 ad operazione, quindi il costo variabile è circa pari al 14%

La suddetta tariffa fissa del negozio Premium consente di mettere in vendita su 5 marketplace europei (Italia, Francia, Spagna, Belgio ed Olanda). Sono rimasti fuori da questo abbonamento i 2 mercati europei più interessanti: UK e Germania; per vendere in questi paesi è possibile passare al negozio Premium Plus (€ 260,83 / mese) , oppure pagare le singole inserzioni (mediamente 5 €cent ad inserzione al mese).

Rif. http://pages.ebay.it/help/sell/businessfees.html

Amazon

marchio-amazonAmazon stata tra le prime grandi imprese a vendere merci su Internet (dal 1994), ed in Italia Amazon.it ha debuttato online nel Novembre 2010.
Oltre a vendere direttamente (con centri logistici di smistamento nei principali paesi europei), Amazon è anche un marketplace, consentendo ai venditori professionali di utilizzare la sua visitatissima vetrina.

Non abbiamo a disposizione una statistica strutturata inerenti le vendite su Amazon, ma + interessante leggere una nota stampa rilasciata nel dicembre 2012: gli americani affermano che il giorno in cui sono stati effettuati più ordini è stato il 26 novembre, con 26,5 milioni di prodotti venduti nelle ventiquatt'ore, cioè 306 ordini al secondo!

I costi da considerare per vendere professionalmente su Amazon sono i seguenti: un canone mensile di € 39,00 + IVA ed una commissione sulle vendite che è mediamente pari al 12% (calcolata sul prezzo del bene comprese le spese di spedizione), quindi il costo variabile effettivo è superiore, e per beni di valore non elevato (ove la spedizione incide molto) va a superare il 15%.

Il canone mensile consente la messa in vendita sui mercati: Italia, Francia, Germania, Francia e UK.

A differenza di quanto avviene su eBay, su Amazon l'incasso viene gestito da Amazon, e rigirato al venditore ogni 15 giorni.

Rif. http://services.amazon.it/servizi/vendere-online/piani-e-tariffe-pro.html

Spartoo

marchio-spartooSpartoo è un attore relativamente nuovo sul mercato dei marketplace, ma si sta affermando con grande successo nel suo settore: calzature ed accessori moda.
Come Amazon, anche Spartoo è partito come venditore autonomo, ed ha successivamente allargato la propria operatività, divenendo un marketplace.
Alcuni numeri su Spartoo:

  • Più di 180 collaboratori
  • 30 000 metri quadri di magazzino
  • Una presenza su più di 20 paesi fra cui la Francia, la Germania, l'Inghilterra, l'Italia e la Spagna
  • Più di 1500 marche e 100 000 modelli
  • Più di un milione di paia di scarpe in stock
  • Un traffico di più di 14 milioni di visualizzazioni in un solo mese in Europa

I costi da considerare per vendere professionalmente su Spartoo non sono pubblicati sul sito, ma sono comunque in linea con quelli dei marketplace competitor.

Rif. http://www.spartoo.it/marketplace_mentions.php

Dropshipping attivo – i tuoi prodotti ad una rete di venditori online

I produttori e distributori possono sfruttare bindCommerce per rendere disponibile il proprio catalogo prodotti ai propri partner che intendono effettuare vendite online ed offline senza dotarsi di un proprio magazzino, o dotandosi di un magazzino più ridotto.

bindCommerce si occuperà di rendere tecnicamente fruibile un file sempre aggiornato che i partner potranno importare sui propri sistemi, e da qui sui propri siti Internet o marketplace (magari sempre grazie a bindCommerce!).

 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. - maggiori dettagli Prosegui se sei d'accordo.